Brand

Hoover

Hoover, leader nel floor-care e marchio internazionale dal forte carattere innovativo, da oltre cento anni si propone come trend-setter di mercato, introducendo prodotti innovativi ed altamente tecnologici, dal design curato e all’avanguardia. Offre una gamma completa di piccoli e grandi elettrodomestici da accosto e da incasso che si posizionano nel segmento alto del mercato.

ESPLORARE NUOVE SOLUZIONI

Il brand Hoover ha l’innovazione nel suo DNA così come il desiderio di sfidare lo status quo e la volontà di spingersi oltre i confini, anche attraverso tecnologie inaspettate. L’innovazione per Hoover non è creare qualcosa di nuovo, ma è l’impulso dirompente che spinge a immaginare soluzioni migliori.

RISPOSTE SU MISURA

Oggi una nuova generazione di consumatori esige soluzioni personalizzate per sé e per la propria famiglia. Per questo, ciascun prodotto Hoover è progettato per rispondere perfettamente a tutti i bisogni e gli stili di vita. Perché per prendersi cura delle loro case, dei loro cibi e dei loro vestiti, bisogna comprendere le loro preferenze. Tutto questo vuole dire dare «risposte su misura».

STILE

I prodotti migliori non si limitano a funzionare perfettamente ma sanno esprimere la personalità e lo stile di chi li possiede. Il design superiore di Hoover è il risultato di un processo di perfezionamento di quei dettagli che rendono più funzionali e più belle le case dei nostri clienti e trasformano i nostri prodotti in una fonte di soddisfazione quotidiana.

1908-1918: 10 anni di progresso

Leader nel floor-care, al top dell’innovazione nel “bianco”

Hoover, fondata nell'Ohio (USA) nel 1908, anno in cui brevetta il primo aspirapolvere, è oggi nel suo secondo secolo di vita. Sulle consolidate basi della sua leadership europea nel settore del floor-care, gode di un forte posizionamento nella fascia alta del mercato anche dei grandi elettrodomestici, da accosto e da incasso. L’ultima frontiera esplorata da Hoover è il mercato dei sistemi stiranti, nel segmento premium.

Sia nei grandi sia nei piccoli elettrodomestici, Hoover è caratterizzata da un elevato contenuto tecnologico e di design, elevate prestazioni e cura dei particolari. Offre oggi gli elettrodomestici che diventeranno lo standard di domani. Si rivolge ai consumatori appassionati di innovazione e tecnologia, per lo più giovani e abitanti nei grandi centri urbani (Young Urban Techie), a consumatori che seguono la moda e il design adottando stili di consumo reputati “trendy” (Aspirational), passando per giovani coppie, single e giovani professionisti che si approcciano per la prima volta al mercato degli elettrodomestici (Unengaged Discoverer).

Le attività in Europa iniziano nel 1919 con la Hoover Ltd. a Londra. Nel 1932 viene aperto il primo stabilimento europeo a Perivale, dove si producono i battitappeto. È l'inizio di un successo che porta Hoover a conquistare una solida leadership nel floor-care. Nel 1937 Hoover Ltd. viene quotata alla Borsa di Londra, lasciando alla capogruppo americana il pacchetto di controllo.

Nel 1946, inizia la produzione degli aspirapolvere a traino presso lo stabilimento di Cambuslang in Scozia. Nel 1948 viene inaugurato l'impianto produttivo delle lavabiancheria a Merthyr Tydfill in Galles, lavabiancheria che permetteranno a Hoover di affermarsi sul mercato britannico anche come marchio dei grandi elettrodomestici

Sull’onda della sua continua espansione, negli anni Ottanta, Hoover riorganizza la produzione e l'assetto societario. Nel 1985 inizia un periodo di cambiamenti di proprietà: Chicago Pacific Corp. acquisisce le attività internazionali Hoover, nel 1989 Maytag acquisisce Chicago Pacific e, di conseguenza, anche Hoover.

Nel 1993 nasce Hoover European Appliances Group.

Nel 1995 Candy acquisisce da Maytag la totalità di Hoover European Appliances Group, compreso il diritto d’utilizzo esclusivo del marchio per tutta l’Europa, tutti i territori dell’ex-Unione Sovietica, il bacino del Mediterraneo e alcuni Paesi del Medio Oriente. Accordi locali amplieranno successivamente l’autorizzazione alla commercializzazione anche in Australia, Nuova Zelanda e Paesi del Golfo.